Categories: Healthy Blog

Come scegliere un buon latte vegetale

Vi è mai capitato al supermercato di rimanere imbambolati davanti allo scaffale delle bevande vegetali a fissare tutti i tipi diversi che ci sono e non sapere quale scegliere?

Ormai il supermercato è pieno di questi prodotti, bevande vegetali al riso, al cocco, alla mandorla, alla soia, alla nocciola, all’avena… Aaaaaargh 😱😱😱

Che differenza c’è e quale dovrei scegliere?

Qui di seguito vi spiego come riconoscere il latte vegetale migliore e più adatto alle tue esigenze!

1)     Leggete sempre la lista degli ingredienti che deve essere quanto più corta possibile e non deve prevedere zuccheri aggiunti. Il primo ingrediente deve essere l’acqua e il secondo la fonte vegetale da cui si ricava la bevanda (riso, avena, soia, ecc). Il sale è un conservante e deve essere l’ultimo ingrediente in modo che non sia in eccesso. Altri ingredienti che possono essere presenti sono l’olio di semi di girasole (meglio se spremuto a freddo e bio) che nel latte di riso e avena riduce il carico glicemico, l’alga, aggiunta per fortificare la bevanda con il calcio, e l’amido di riso per migliorarne la consistenza.

2)     Tutte queste bevande, poiché derivano da fonti vegetali diverse, hanno profili nutrizionali molto diversi tra loro. Quelle di riso e avena saranno ricche di zuccheri semplici, quella di soia sarà ricca di proteine, quelle di nocciola e mandorla di grassi buoni (principalmente mono-insaturi), quella di cocco invece presenta come grassi solo quelli saturi.

3)     Questo significa che chi è diabetico o ha la glicemia alta dovrà evitare riso, avena e cocco. Chi ha il colesterolo e trigliceridi alti è meglio che eviti cocco e nocciola. Lo sportivo che vuole aumentare la quota proteica potrà optare per la soia, e così via…

4)     Nel grafico sotto sono indicate le quantità in grammi di proteine, zuccheri semplici, grassi e fibre presenti in media in 100 ml di prodotto

5)     Le marche che consiglio perché hanno una buona lista ingredienti sono IsolaBio, Provamel, BeneSí Coop, Sarchio, Alce Nero.

Io per esempio mi trovo molto bene con avena, soia e mandorla!! Adoro iniziare la giornata con una calda tazza di latte di mandorla, caffè e curcuma, una ricarica di energia e mi aiuta a proteggermi meglio dai malanni invernali!

Francesca Coppola

Recent Posts

Risotto integrale ai carciofi

Creato utilizzando TUTTE le parti del carciofo! Perché anche del carciofo non si butta via niente! Siamo abituati a pulire…

3 anni ago

Risotto al topinambur & curcuma

Che delizia il Topinambur! Il Topinambur è un tubero che ha origini del Nord america ma a differenza della patata…

3 anni ago

Zuppa di polpo con ceci e patate

Una zuppa buonissima con polpo tenerissimo cotto in pentola a pressione   Il polpo ha pochissime calorie (57 kcal ogni…

3 anni ago

Proteine della dieta e infertilità nella donna

C'è un legame tra infertilità femminile e quantità e qualità di proteine introdotte con la dieta. Consumare una dieta prevalentemente…

3 anni ago

Intolleranza al lattosio a 360 gradi

Definizione, sintomi, diagnosi e terapia IL LATTOSIO Il lattosio è lo zucchero del latte e chimicamente è un disaccaride costituito…

3 anni ago

Glutine: sì o no?

Perché è bene alternare cereali con a quelli senza glutine IL GLUTINE Il glutine è un complesso proteico di riserva…

4 anni ago

This website uses cookies.